Nessun commento

Appartamenti di nuova costruzione: quanto risparmi su acqua, luce e gas?

Se stai pensando di comprare casa nuova e ti stai facendo un po di calcoli, ricordati che oltre ai costi per comprare la casa, devi considerare anche i costi per mandarla avanti. Cioè principalmente luce, acqua e gas. Non fare che te dimentichi. 🙂

Attenzione a non sottovalutarli perché sono quelli che ogni mese incidono sul tuo budget familiare in misura importante.

E poi considera che il prezzo di luce acqua e gas aumenta costantemente perché sono sempre più scarsi o aumentano i prezzi di fornitura (o tutte e due le cose insieme).

Ad esempio, il 90% del gas che arriva nelle nostre case, l’Italia lo importa dall’estero e quindi siamo soggetti ai loro insidacabili aumenti di prezzo nella fornitura.

In questo articolo, quindi, ti mostriamo come le tecnologie installate nelle nostre case di nuova costruzione, ti permettono di risparmiare un po di soldini sulla bolletta di luce, acqua e gas

Le tecnologie per il risparmio dell’acqua

Impianto per il riciclo acqua piovana

Questo impianto sfrutta la pendenza del tetto per far confluire l’acqua piovana in un apposito serbatoio di raccolta attraverso la grondaia. In questo processo, l’acqua viene filtrata e purificata, per eliminare batteri e sostanze nocive. A questo punto, è pronta per essere immessa nel sistema di tubature.

Recuperare l’acqua piovana offre un risparmio garantito perché puoi utilizzarla al posto di quella che viene dall’acquedotto per:

  1. pulizia della casa e bucato (ha un potere pulente maggiore e previene il calcare, permettendo così di risparmiare sia sull’acqua in sé e sia sull’impiego e acquisto di detergenti e anticalcare per la lavatrice)
  2. sciacquone del WC (senza temere accumuli di calcare);
  3. Innaffiare le piante;
  4. igiene personale (per riempire la vasca da bagno, per la doccia, per lavarsi i denti, ecc.);
  5. lavaggio dei piatti a mano e, perché no, anche dell’automobile.

Quanto potresti risparmiare su per giù?

Secondo recenti studi, un consumatore medio utilizza in media 160 litri d’acqua al giorno con un costo per una famiglia di 4 persone compreso tra 300 e 700 euro all’anno. Grazie al recupero dell’acqua piovana, puoi risparmiare il 50% sulla bolletta dell’acqua (tra i 150 e i 350 euro all’anno quindi).

 

Le tecnologie per il risparmio della luce

E qui, ovviamente, per luce intendo l’elettricità.

Oltre a realizzare l’impianto domestico in modo da ridurre al massimo le dispersioni di corrente (e quindi gli sprechi in bolletta), nei nostri appartamenti utilizziamo una tecnologia in particolare che ti permette di risparmiare centinaia di euro ogni anno. Stiamo parlando dei:

Pannelli fotovoltaici

Sappiamo tutti come funziona un pannello fotovoltatico. L’energia del sole viene raccolta e immessa nell’impianto elettrico.

I pannelli fotovoltaici hanno visto un esplosione negli ultimi 10 anni perché permettono di sfruttare l’energia a costo zero del sole.

Ma a quanto ammonta l’effettivo risparmio?

La risposta è: tutta l’energia che riesce a produrre il pannello che tu non devi prendere dalla rete elettrica.

Adesso, ti faccio un esempio pratico. Ti avviso, però, devo scendere nel tecnico per rendere concreto questo esempio.

Supponiamo che tu consumi annualmente 2.800 kWh/anno di energia e paghi l’energia in bolletta 0,23 €/kwh.

Dunque il costo annuale della tua bolletta elettrica sarà circa 644 euro.

  • Se riesci a consumare il 20% dell’energia prodotta dal pannello, risparmi 128,80 euro/anno.
  • Se riesci a consumare il 30% dell’energia prodotta dal pannello, risparmi 193,20 euro/anno.
  • Se riesci a consumare il 40% dell’energia prodotta dal pannello, risparmi 257,60 euro/anno.

Tutti soldi che puoi utilizzare per le tue necessità o per toglierti qualche sfizio (una cena in più fuori, un concerto, l’abbonamento in palestra, ecc.)

 

Le tecnologie per il risparmio del GAS

E qui che abbiamo messo in piedi un vero e proprio “parco divertimenti” del risparmio.

Il gas è l’utenza che solitamente incide più di tutte e il motivo è semplice, lo utilizziamo tantissimo nelle nostre case per:

  • cucinare (e qui devi considerare colazione, pranzo e cena nonchè i fatidici mega pranzi della Domenica)
  • produrre acqua calda (che sia inverno o che sia estate a nessuno piace fare la doccia fredda o gelarsi le mani in cucina lavando i piatti)
  • riscaldare le stanze (e questo tendenzialmente in autunno e inverno dove teniamo acceso il riscaldamento fino a 4/5 ore al giorno)

Per questo, noi di Girone Edilizia inseriamo nei nostri appartamenti di nuova costruzione ben 5 tecnologie per il risparmio del gas. Vediamole una alla volta.

 

1. Caldaie autonome a condensazione

Al contrario delle caldaie tradizionali, quelle a condensazione recuperano i fumi prodotti dalla combustione e il vapore acqueo contenuto nei fumi e li sfruttano come risorsa di calore. Di conseguenza, ci vuole meno gas per far funzionare la caldaia.

Questo speciale meccanismo consente di abbassare la bolletta del 20-30%.

Il risparmio è importante, ma lo è anche la possibilità di inquinare di meno grazie alle riduzione dei consumi di gas e alla minore emissione di sostanze nocive.

Inoltre, questo tipo di caldaie di nuova generazione si rompono di meno rispetto a quelle tradizionali e quindi il costo della manutenzione per sostituire i componenti è almeno 3 volte più basso.

Infine, una caldaia a condensazione è più efficiente se:

  • l’ambiente che deve riscaldare è ben isolato (più avanti vedrai come i nostri appartamenti siano provvisti di infissi e tapparelle progettate per il massimo isolamento)
  • in presenza di impianti di riscaldamento a pannelli radianti (come quelli che montiamo noi sotto il pavimento)
  • si combinano con dei pannelli solari per la produzione di acqua calda (indovinato! Abbiamo anche questi particolari pannelli)

2. Riscaldamento a pavimento

Riscaldare gli ambienti dal basso non è un’invenzione dei nostri giorni.

Devi sapere che già i romani usavano una tecnica costruttiva composta da un pavimento rialzato e intercapedini nelle quali facevano circolare l’aria calda prodotta da un focolare (l’antenato della nostra caldaia) situato nella parte inferiorie dell’abitazione.

Questi sistemi sono innovativi per la scelta dei materiali, per l’affidabilità e la gestione termica. In pratica:

  • La bassa temperatura a cui viene mantenuto il pavimento (29-35 °C) ti evitano eccessive dilatazioni termiche e fastidi circolatori;
  • le serpentine sono realizzate con in modo da durare di più nel tempo;
  • i materiali utilizzati permettono un buon riscaldamento con un costo contenuto.

Vediamo altri vantaggi:

  • niente termosifoni antiestetici, ingombranti e pericolosi soprattutto per chi ha dei bambini piccoli;
  • sia d’inverno e sia d’estate i bambini possono camminare scalzi senza il pericolo di influenzarsi.

 

3. Pannelli solari terminici per l’acqua calda

Questi tipi di pannelli “aiutano” la caldaia a produrre l’acqua calda.

Chiaramente l’acqua non sarà calda come quella della caldaia e in assenza di sole non potrai utilizzare i pannelli…

…ma comunque grazie ai pannelli solari, potrai avere il 60/70% di contributo di acqua calda, con la sostanziale differenza che, rispetto a quella prodotta dalla caldaia, questa è gratis.

Inoltre, questi pannelli sono del tutto affidabili. La loro durata è praticamente uguale a quella di un normale impianto di riscaldamento. Questo significa che per 20 anni puoi dimenticarti di avere i pannelli ma continuare ad averne i benefici in termini di risparmio sulla bolletta.

 

4. Tapparelle in alluminio ed elettriche

Sembra un dettaglio da niente, ma in realtà il materiale con cui sono costruite le tapparele incide (e non poco) sul mantenimento del giusto clima domestico.

Diciamocela tutta, le vecchie tapparelle in PVC hanno un solo vantaggio: costano meno. Per il resto, si deformano facilmente e quando sono esposte al sole tendono a scolorirsi.

Le tapparelle in alluminio, invece, sono leggere, indeformabili e la verniciatura è molto più resistente.

Senza contare che (sto per dire una parolaccia) il poliuretano espanso inserito all’interno delle lamelle, garantisce un isolamento dal calore o dal freddo che arriva dall’esterno decisamente più alto rispetto al PVC.

E se vogliamo dirla tutta, le tapparelle in alluminio in realtà costano di meno, per il semplice motivo che per almeno 30 anni non dovrai sostituirle.

In più, sono elettriche e quindi niente cinghie antiestetiche che:

  • quando dai una pitturata chissà come mai non vengono mai dello stesso colore delle pareti;
  • si sfilacciano o inceppano facilmente e, fino a quando non le sostituisci (con i costi e i fastidi che ne derivano), devi stare con la tapparella alzata o abbassata;
  • a volte possono essere pesanti da sollevare.

 

5. Infissi a ribalta in alluminio a taglio termico, con vetri a gas e antisfondamento

I nostri appartamenti a prova di caldo africano e freddo polare si completano con questi particolari infissi.

Innanzitutto sono in alluminio a taglio termico, cioé hanno tutte le proprietà e la resistenza dell’alluminio senza il suo principale difetto: essere un conduttore termico.

E quindi se fuori c’è una temperatura di 30°, l’alluminio tende a portare dentro la stanza parte di quel calore.

Per fortuna, il taglio termico, cioè il fatto che gli infissi al loro interno abbiano della plastica isolante, impedisce il passaggio del calore (sia da fuori e sia da dentro) e nella stanza rimane la temperatura che desideri.

Veniamo ora ai vetri a gas e antisfondamento. Tra i due vetri di cui sono composti gli infissi c’è un particolare gas , l’argon, che contribuisce ulteriormente all’isolamento termico. In più, per la gioia di chi pulisce casa, non crea quei brutti aloni sui vetri.

Antisfondamento, lo dice la parola stessa, significa che sono molto più resistenti, potremmo dire indistruttibili, dei comuni vetri che trovi nelle case di qualche anno fa.

 

Una casa poco costosa da gestire. Sogno o realtà?

La maggior parte della tua vita ruota intorno alla casa. Ci hai mai pensato?

Anche quando non sei a casa, molto probabilmente sei al lavoro per mandare avanti quella casa o in giro per fare acquisti per quella casa.

Gestire la casa in modo che consumi di meno e si rompa meno spesso, allora, più che un opzione è diventata una vera e propria necessità.

Per questo, nei nostri appartamenti abbiamo pensato a tutti quei dettagli che vengono incontro a questa esigenza e ti rendono più facile la vita.

Comments (0)